Skip to content

ASTRO A20 Gen 2 vs Gen 1: Vale la pena fare l’upgrade?

Sebbene siano meglio conosciuti per i prodotti di gioco di fascia alta, Astro si è anche avventurato a produrre periferiche di gioco a prezzi accessibili. L’Astro A20 Gen 2, ad esempio, è un auricolare wireless da $ 120 che è la metà del prezzo del più premium Astro A50. È anche una versione aggiornata alla A20 Gen 1 pubblicata per la prima volta nel 2017 e che ha segnato l’ingresso dell’azienda nel territorio di cuffie da gioco più economiche wireless. Il prezzo del prezzo della A20 Gen 2 è persino inferiore a come è stato valutato l’A20 originale. Con tre anni trascorsi prima di questo aggiornamento, la A20 Gen 2 vale davvero l’aggiornamento? Di seguito, confrontiamo le cuffie wireless economiche di Astro per scoprirlo.

Design and Comfort

Se stai cercando un auricolare che aderisca all’estetica dei giocatori, allora Astro A20 Gen 2 e Gen 1 saranno proprio nel tuo vicolo. Entrambe le cuffie wireless sfoggiano design grosso e angolari, tra cui tazze auricolari quadrate che danno loro un aspetto futuristico. Sfoggiano anche accenti blu al neon o verde, a seconda della scelta della piattaforma. Con A20 Gen 1, tuttavia, si ottiene essenzialmente un dispositivo nero che sembra un po ‘più discreto. D’altra parte, l’A20 Gen 2 sfoggia le braccia di cuffie bianche, dandogli un aspetto tricolore che è alla moda e accattivante. Entrambe le cuffie sono anche realizzate in plastica durevole, sebbene senza la sensazione premium trovata su dispositivi con costruzione in acciaio o metallo. Quando si tratta di comfort, queste cuffie sono abbastanza bene. Il modello Gen 2 è solo leggermente più leggero della Gen 1, quindi la differenza nella pressione dell’auricolare è praticamente trascurabile. Scoprirai che entrambi i dispositivi fanno uso anche dei cuscini per le orecchie di stoffa, che sono belli sulla pelle. Ora la forma a forma di U di A20 Gen 1 e 2 si traduce in un arco quasi piatto che forma la fascia non pagata. Non dovrebbe essere un grosso problema, soprattutto perché si collega a un montante regolabile, puoi scivolare su e giù per una vestibilità migliore. Tuttavia, i tappeti non ruotano, quindi alcuni utenti potrebbero trovare questo cuffia più stretto di altri.

Performance audio

L’ASTRO A20 GEN 2 e GEN 1 offrono entrambi una performance audio pesante tipica della maggior parte delle cuffie da gioco. Tuttavia, non otterrai lo stesso livello di risposta ai bassi qui rispetto all’Astro A50, per esempio. È qui che il modello A20 Gen 2 ha un po ‘di vantaggio. Quando si tratta di musica, la Gen 2 gestisce le tracce di basso molto meglio del suo predecessore. Anche a volumi elevati, la distorsione è ridotta al minimo. Anche la fascia media si sente molto più solida e noterai che l’auricolare offre un po ‘più di chiarezza ed equilibrio rispetto al modello Gen 1. Quando si tratta di Audio di gioco, l’A20 Gen 2 è anche leggermente migliore della Gen 1. I dialoghi e gli effetti sonori sono abbastanza chiari sul nuovo modello, con tonfo e esplosioni di gioco che imballano allo stesso modo un sacco di pugno. Tuttavia, non è un enorme aggiornamento da ciò che A20 Gen 1 è in grado di consegnare. Il modello del 2017 vanta ancora una prestazione sonora soddisfacente per i giochi e gli utenti apprezzeranno comunque la qualità audio completa e distinta che offre. Entrambe le caratteristiche di ASTRO A20 GEN 2 e GEN 1 mancano di qualsiasi funzionalità di audio su cuscinetto. Invece, tutto ciò che ottieni è fare una panoramica sui canali stereo. È decente se vuoi una direzionalità, ma finisci per fare più affidamento sul mixaggio di un gioco o un’app di terze parti per migliorare la qualità del suono coinvolgente. Non esiste anche la cancellazione del rumore attivo qui. In ambienti di gioco rumorosi, il suono ambientale è destinato a filtrare in data la vestibilità non così perfetta dell’auricolare. Microfono

L’ASTRO A20 GEN 2 non offre nulla di nuovo in termini di microfono. Ottieni ancora lo stesso microfono unidirezionale con una caratteristica a muto presente nel modello Gen 1. Ed è ancora non rilevabile. Ma nonostante i carenti aggiornamenti in quest’area, scoprirai che le prestazioni del microfono di entrambe le cuffie sono abbastanza rispettabili. Le registrazioni delle voice su A20 Gen 2 e Gen 1 sono sorprendentemente chiare. Entrambi gestiscono abbastanza bene il rumore ambientale, sebbene ambienti più impegnativi – altoparlanti o musica in forte espansione – potrebbero non essere perdonati come le chiacchiere casuali o l’auto di passaggio. Tuttavia, gli utenti hanno condiviso che il microfono della Gen 2 produce ancora un leggero sibilo nelle registrazioni, anche un problema che si trova nel modello Gen 1.

durata della batteria e compatibilità

Per cuffie in gran parte budget, la durata della batteria su Astro A20 Gen 2 e Gen 1 è abbastanza buona. Tuttavia, la Gen 2 non offre molto più chilometraggio. Stai ancora ricevendo 15 ore di durata della batteria con una singola carica. Il tempo di ricarica può variare da 3 a 3,5 ore per entrambe le cuffie. L’A20 GEN 2, tuttavia, sfoggia una porta di ricarica e un cavo USB-C, che è più conveniente dell’opzione Micro USB della Gen 1. Inoltre, viene fornito con una funzione di shutdown automatica per risparmiare sulla batteria se l’auricolare è stato inattivo per 10 minuti. Forse la grande differenza nelle funzionalità è che A20 Gen 2 ora ha una gamma wireless di 49 piedi. Questo è tutto grazie all’interruttore a una frequenza di 2,4 GHz inferiore. Tuttavia, se usati esclusivamente per i giochi, non siamo sicuri di quanto sia vantaggioso una gamma wireless più ampia. Ma se prevedi di usare l’A20 per ascoltare la musica, i piedi extra ti darà un po ‘più di libertà di muoverti. Semplicemente come il Gen 1, il colore della A20 Gen 2 corrisponde alla compatibilità della piattaforma. La variante blu è per PlayStation 4, mentre l’opzione verde è per Xbox. Entrambe le varianti di colore, tuttavia, sono compatibili con PC e Mac. Se vuoi utilizzare il modello blu per Xbox o il modello verde per PlayStation 4, dovrai ottenere un trasmettitore USB separato per quella console specifica: una spesa extra di $ 20.

Verdetto

Ci sono voluti circa tre anni prima che l’auricolare Wireless A20 di Astro avesse un follow-up. Una rapida occhiata alle sue funzionalità, tuttavia, rivela solo alcuni miglioramenti sul dispositivo anziché un notevole aggiornamento. L’Astro A20 Gen 2 offre prestazioni leggermente migliori e una gamma wireless ampliata rispetto all’A20 GEN 1. ma l’hardware rimane in gran parte invariato, tranne per la presenza di una porta di ricarica USB-C sul nuovo auricolare. È sufficiente per aggiornare ? Probabilmente no. L’A20 GEN 1 è ancora un auricolare capace di gioco e il problema Micro USB è probabilmente un piccolo inconveniente che può essere facilmente affrontato. Ma se è la prima volta che acquisti una delle due cuffie, l’A20 GEN 2 dovrebbe essere la scelta predefinita. USB-C, dopo tutto, è diventato lo standard del settore. La Gen 2 sta arrivando anche a un prezzo inferiore rispetto alla Gen 1 quando è uscito. Ciò dà certamente più valore per acquistarlo rispetto alla Gen 1.

FAQS

📌 Qual è la differenza tra Astro A20 Gen 1 e Gen 2?

L’ASTRO A20 GEN 2 è disponibile in un corpo in bianco e nero, con gli stessi accenti di colore blu o verde neon del modello Gen 1. I modelli Gen 2, tuttavia, sfoggiano una porta di ricarica USB-C e una gamma wireless di 49 piedi più grande rispetto al suo predecessore.

📌 Il microfono boom sull’auricolare Astro A20 è staccabile?

No, l’auricolare dell’Astro A20 non è ridotta.

📌 Qual è la differenza tra Astro A10 e ASTRO 20 Cuffie da gioco?

La differenza principale tra Astro A10 e Astro A20 è che quest’ultimo è un auricolare wireless.

📌 Come funziona la funzione di flip-to-mute dell’Astro A20?

Il microfono dell’Astro A20 si è automaticamente oscillato quando viene lanciato. Non è necessario premere i pulsanti o modificare le impostazioni.