Skip to content

Blue Yeti X vs Blue Yeti Blackout: Qual è la differenza tra questi due popolari microfoni?

Blue è stato su un tiro lo scorso decennio, sfornando un microfono di alta qualità dopo l’altro. Il Blue Yeti e il Blue Yeti X, in particolare, hanno ottenuto molti elogi dalla comunità di creazione di contenuti per le loro solide prestazioni audio. Detto questo, c’è davvero una differenza significativa tra i due? Per chiarire le cose per te, ecco un confronto approfondito di questi modelli, prendendo in considerazione il loro design, prestazioni e funzionalità aggiuntive. Si noti che esamineremo la versione blackout di Blue Yeti.

Design and Controls

Puoi contare sia su Yeti X che su Yeti Blackout per aggiungere un tocco di elegante configurazione in studio grazie al loro design di classe e nere. Per quanto riguarda la forma, tuttavia, il Blue Yeti X è il modello più accattivante dei due a causa della sua griglia leggermente angolare e dei bordi definiti. Il blackout Yeti è arrotondato ovunque e mentre non c’è nulla di sbagliato in questo, è leggermente meno interessante da guardare. Per quanto riguarda gli stand, entrambi i microfoni sono dotati di uno anche se è abbastanza ovvio che gli Yeti X sono più solidi e premium. È anche facile ottenere quell’angolazione perfetta con esso in quanto puoi ruotarlo su e giù. Anche Yeti X e Yeti Blackout sono abbastanza diversi quando si tratta dei loro controlli. Yeti X è dotato di una manopola multiuso intelligente che, come puoi dire con il suo nome, è responsabile di un sacco di cose diverse. Non solo puoi usarlo per regolare il guadagno del microfono e il volume delle cuffie, ma anche per disattivare e smontare il microfono e mescolare l’audio del microfono e del computer. Mentre puoi fare le stesse cose con Yeti Blackout, queste funzioni sono assegnate a più pulsanti anziché a uno solo. Quindi, se vuoi semplicità, lo Yeti X vince sicuramente perché non è necessario capire quale pulsante fa quello che è un altro punto va a Yeti X per avere una misurazione in diretta LED a 11 segmenti. Intorno alla manopola multiuso, vedrai che ci sono minuscole luci che lo circondano e sono lì per dirti se la tua voce è troppo morbida o rumorosa. Questa è una funzionalità utile da avere perché ti impedisce di sovraccaricare il microfono mentre si registra.

Performance

La versatilità è qualcosa di cui sia il blackout di Yeti X che il blackout Yeti possono vantarsi, dando agli utenti più modelli di microfono tra cui scegliere. Il modello di figura 8, ad esempio, ti consente di registrare con un’altra persona mentre si siedono di fronte a te. Poi c’è il modello omnidirezionale che è ottimo per catturare i suoni ambientali nel tuo ambiente oltre alla tua voce. Per quanto riguarda il modello Cardioide, è la scelta migliore per i giochi in streaming e per i podcast di registrazione. È anche piuttosto impressionante che questi microfoni ti danno la modalità stereo per quell’imaging del suono realistico. Mentre lo hanno in comune, Yeti X supera sicuramente il blackout Yeti in termini di specifiche e prestazioni. Il blackout Yeti ha solo tre capsule sotto la sua griglia mentre Yeti X fa uso di un array a quattro capsule. Per l’avvio, Yeti X ha una velocità di campionamento di 48 kHz e un bit di 24 bit mentre il blackout Yeti ha solo 48 kHz e 16 bit rispettivamente. A causa di questi aggiornamenti, puoi aspettarti che Yeti X registri la tua voce con molta chiarezza. Mentre le prestazioni del blackout Yeti non sono affatto male (soprattutto per il suo prezzo), puoi sicuramente notare che la sua produzione è un po ‘ovattata.

Caratteristiche aggiuntive

. Asside dalla sua manopola multiuso intelligente e dalla misurazione in diretta a LED, la Yeti X ha qualche altra funzionalità nella manica che manca sul blackout Yeti. Per uno, Yeti X viene spedito con un software chiamato Bluevoice. Con esso, puoi scegliere tra un sacco di preset ed effetti vocali e applicarli alle tue registrazioni, flussi e podcast. Puoi persino modificare questi preset in base alle tue preferenze e salvarli come nuovi. Questo software è un bonus accurato perché anche se Yeti X è un micro Yeti X per il suo supporto Hub Logitech G che funge da portale per il controllo e la personalizzazione completi. G Hub riconoscerà automaticamente Yeti X e potrai quindi cambiare i colori dell’illuminazione e accedere ad una tonnellata di altre funzionalità di personalizzazione. G Hub mantiene anche aggiornato il firmware di Yeti X in modo da non doverlo più preoccuparti.

Verdetto

Se stai cercando di essere il più frugale possibile, il blackout Yeti è un’ottima scelta. È elegante e di classe grazie al suo design tutto nero, inoltre ti darà prestazioni decenti. Se, tuttavia, sei disposto a spendere solo un po ‘di più, Yeti X ti darà specifiche e prestazioni migliori e dimostrerà di valere il prezzo più elevato. È un solido aggiornamento per Yeti Blackout, come si vede dalla facilità d’uso che fornisce, registrazione vocale cristallina e supporto software.

FAQ

📌 Qual è la differenza tra il blackout blu yeti e lo yeti x?

Mentre Yeti Blackout e Yeti X hanno entrambi design eleganti e di classe, quest’ultimo ha una migliore facilità d’uso, specifiche e prestazioni e ha un supporto software.

📌 Vale la pena il blackout blu yeti?

Sì, lo è. Anche se potrebbe non essere pieno di funzionalità come Yeti X, vale comunque la pena acquistare per il suo design elegante, prestazioni decenti e un prezzo accessibile.

📌 Ne vale la pena Blue Yeti X?

Sì, lo è. Mentre potrebbe essere un po ‘più costoso del blackout Yeti, della sua facilità d’uso, delle specifiche migliorate, della registrazione vocale cristallina e del supporto Bluevoice e Logitech G Hub giustificano il prezzo più alto.

📌 Quale dovresti comprare, il blackout blu yeti o lo yeti x?

Se stai cercando di essere il più pratico possibile, è meglio andare con Yeti Blackout. Ma se vuoi specifiche e prestazioni impressionanti, Yeti X è la scelta migliore.