Skip to content

Blue Yeti X vs Blue Yeti Pro: Quale microfono Blue Yeti è migliore?

Il Blue Yeti è il microfono preferito per molti podcaster, streamer di giochi e creatori di video, a causa della sua facilità d’uso, prestazioni e prezzi ragionevoli. Da allora, Blue ha rilasciato modelli più recenti per l’utente che desidera qualcosa di più. Su quella nota, Yeti X è come l’originale Yeti sugli steroidi. Ha molte caratteristiche moderne per ottenere un’eccellente produzione audio un intero affare, come regolazioni al volo e opzioni per la messa a punto. Allo stesso modo, Yeti Pro è anche una versione rinforzata dell’originale, ma non esattamente in termini di funzionalità. Piuttosto, è ad un altro livello di prestazioni grezze e flessibilità.

Design e costruzione

rispetto al Blue Yeti Pro, la Yeti X è più futuristica. La sua cupola a rete non è arrotondata, sfoggiando un fattore di forma leggermente appuntito. A proposito, il suo corpo è anche più di uno squirco con curve acute ma lisce, dandogli una definizione maggiore in confronto. D’altra parte, il Yeti Pro assomiglia all’originale ma con una mano migliore di vernice e qualità generale. Non c’è molta differenza nei loro stand. Puoi ruotare i microfoni per posizionarli nel modo giusto e persino averli a faccia in giù quando li mettono via. Sulla loro base, esiste un’imbottitura in schiuma morbida per evitare di raccogliere vibrazioni e altri rumori dalla superficie su cui si trovano. Il vantaggio più ovvio che Yeti Pro ha è la sua connessione XLR. Grazie a ciò, è più flessibile o in diversa, non rimarrai bloccato all’uso di un computer poiché puoi usarlo con apparecchiature di registrazione esterne.

Performance audio

Il Blue Yeti X ha quattro capsule e il Yeti Pro ne ha solo tre. Tuttavia, mentre il primo può registrare a 48 kHz e 24 bit, il secondo aumenta l’ante con una registrazione a 192 kHz e 24 bit. Hai la tua bidirezionale per le interviste faccia a faccia, stereo per isolare diverse fonti sonore per imaging realistico e onnidirezionali per l’audio ambientale. Poi c’è cardioide per chiamate, podcast e giochi, che è l’impostazione che la maggior parte delle persone utilizza. Entrambi i microfoni possono raccogliere voci con chiarezza, ma vale la pena ricordare che Yeti Pro può davvero catturare l’audio pulito nel senso che il rumore di fondo è notevolmente ridotto. Inoltre, Yeti Pro può registrare in formati digitali e analogici.

Controlli e facilità d’uso

A differenza di Yeti Pro, blu stipava tutti i controlli di Yeti X in una manopola chiaramente chiamata manopola intelligente multifunzione. Risparmia per alternare tra i modelli di raccolta, puoi fare qualsiasi cosa con esso. Ciò include la regolazione e il passaggio tra il guadagno, il livello delle cuffie e la miscela con pressioni di un secondo, oltre a disattivare il micro i suoi controlli. Hai i controlli del volume e il pulsante Mute sulla parte anteriore e il controllo del guadagno e il pattern di pick -up si interrompe sul retro. Per la cronaca, ha anche controlli di volume digitale, che è un vantaggio enorme. Ora la Yeti X è più facile da usare. Tutto quello che devi fare è collegarlo al tuo dispositivo e sei pronto per partire. Al contrario, Yeti Pro non è così semplice da configurare poiché dovrai installare un driver e cose del genere prima che inizi a funzionare.

Altre caratteristiche

Probabilmente la migliore caratteristica del Blue Yeti X è la sua misurazione a LED. Per prima cosa, può dirti se il microfono sta raggiungendo il picco. Inoltre, puoi apportare regolazioni mentre vai con la manopola intelligente multifunzione e colpisci quel punto debole, tutto sul microfono stesso. Difover, il Yeti X ha il supporto di Logitech G Hub in modo da cambiare le cose come i colori dell’illuminazione. Hai anche accesso agli effetti Blue VO! CE e alle impostazioni audio di perfezionamento a tuo piacimento.

Verdetto

Qualsiasi creatore di YouTube, streamer Twitch o chiunque sia lungo queste linee può ottenere molto da Blue Yeti X. Considerando la sua facilità d’uso e funzionalità, può offrire un’esperienza completa e intuitiva. Nel frattempo, Yeti Pro è senza dubbio impressionante e sia gli utenti e i professionisti casuali possono trarne beneficio. Tuttavia, il suo prezzo elevato è un po ‘una battuta d’arresto, rendendolo più adatto ai professionisti. è meglio lasciare artisti registrati o per coloro che hanno un sacco di soldi a portata di mano e vogliono prendere la registrazione di una tacca.

FAQ

📌 Qual è la differenza tra Blue Yeti X e Yeti Pro?

Il Blue Yeti X ha più funzionalità di Yeti Pro, tra cui la misurazione a LED, il supporto Hub Logitech G, gli effetti Blue VO! CE e una manopola intelligente multifunzione. Tuttavia, l’Heti Pro può registrare a 192 kHz e 24 bit, che è superiore a 48 kHz di Yeti X e 24 bit.

📌 Ne vale la pena Blue Yeti X?

Sì, il Blue Yeti X è uno dei migliori microfoni USB disponibili. Fondamentalmente, è una versione migliorata del Yeti originale, che ha costruito una solida reputazione nel settore a causa del suo eccellente rapporto di prestazione dei prezzi.

📌 Ne vale la pena Blue Yeti Pro?

Se il denaro non è un oggetto, non puoi sbagliare con Blue Yeti Pro. Può registrare a 192 kHz e 24 bit e ha anche una connessione XLR, quindi puoi usarla con apparecchiature di registrazione esterna.

📌 Hai bisogno di un filtro pop per i microfoni Blue Yeti?

non necessariamente. I microfoni Blue Yeti possono resistere senza filtri pop, ma si consiglia ancora di usarli per evitare potenziali problemi fin dall’inizio.