Skip to content

Razer Kiyo vs Logitech Brio: Meglio la luce anulare integrata o le potenti specifiche tecniche?

Se sei uno dei tanti che hanno lavorato da casa quest’anno, allora sapresti quanto possono essere stressanti riunioni online. Ciò è particolarmente vero se la webcam buggy del tuo laptop continua a recitare e nessuno dei tuoi ufficiali può vedere o ascoltarti chiaramente. Per salvarti da questo imbarazzo, procurati una webcam di qualità come Razer Kiyo o Logitech Brio. In questo modo, ti imbatterai come più professionista e non devi continuare a chiederti per essere un casino sfocato. Per aiutarti a decidere tra questi due modelli di webcam, ecco un confronto approfondito tra Razer Kiyo e Logitech Brio, prendendo in considerazione la loro qualità di design, immagine e suono e software.

Design

La prima cosa che noterai del Razer Kiyo è che non sembra la tua webcam run-of-the-mill. Ma anche se sembra un po ‘strano, il suo design è in realtà molto ben ponderato. Se ti stai chiedendo cosa c’è così diverso al riguardo, c’è il fatto che la sua lente della fotocamera sia circondata da una luce ad anello a LED piuttosto grande. Anche se questo significa che non è sicuramente un dispositivo discreto, puoi sembrare tutto radioso e ben ripristinato durante le riunioni di zoom e le chiamate Skype (anche se ti senti effettivamente il contrario). Per questo motivo, la maggior parte probabilmente apprezzerebbe la funzione della luce dell’anello nonostante la sua voluminosità. Se sei preoccupato che il Razer Kiyo sia troppo pesante e si allontanerebbe durante le riunioni online, puoi mettere da parte le tue paure. Il suo hardware di montaggio è piuttosto solido ed è paragonabile a quelli che Logitech produce (questo dice molto perché sono noti per realizzare le migliori clip di webcam nel business). Un’altra cosa encomiabile di Razer Kiyo è il suo design pieghevole, che ti consente di imballare facilmente e andare se desideri cambiare le posizioni. Quindi, anche se è un po ‘goffo, hanno trovato un modo per renderlo più portatile. L’unica cosa scomoda al riguardo è il suo cavo. È sul lato più corto a 4,9 piedi ed è undercabile. Come per il Brio di Logitech, non c’è nulla di straordinario nel suo design. Sembra qualsiasi altra webcam sul mercato, ma tuttavia, ha bordi arrotondati che gli danno un aspetto più elegante. Quando si tratta di l’hardware di montaggio, è abbastanza deludente che non venga con uno più robusto, soprattutto perché sappiamo tutti che Logitech è in grado di molto di più. Invece di plastica, la sua clip è realizzata in gomma che tende a oscillare ogni volta che si fa qualsiasi tipo di movimento. Proprio come il Razer Kiyo, anche il suo cavo è breve, ma se è una consolazione, è ridotta in modo da poterlo sostituire con qualsiasi altro accordo USB di tipo C della tua preferenza.

Immagine e qualità audio

dotata di una fotocamera da 2688 x 1520, da 4 megapixel, puoi fidarti del Razer Kiyo per produrre immagini affilate e vibranti, soprattutto se sei in uno spazio pieno di luce naturale. Il colore della tua pelle sarà la tonalità giusta, i colori sullo sfondo saranno luminosi ma accurati e dettagli fini come i capelli sulla testa e la consistenza dei vestiti si distingueranno. Se, tuttavia, ti trovi in ​​un ambiente senza molta luce, non devi preoccuparti perché la luce ad anello integrata di Razer Kiyo salverà la giornata. La cosa fantastica è che ha una temperatura di colore bilanciata alla luce del giorno di 5600k, il che significa che sembrerà che tu stia facendo il bagno alla luce naturale. Inoltre, puoi regolare la luminosità in base alle tue preferenze. Come per il Brio Logitech, ha alcune specifiche piuttosto impressionanti quando si tratta di qualità dell’immagine. Per cominciare, è dotato della tecnologia Reallight 3 con HDR. Ciò significa che è in grado di scattare immagini chiare in qualsiasi tipo di illuminazione, che si tratti di luce naturale, luce diretta, luce fluorescente o luce fioca. Inoltre, è la prima webcam ad avere capacità 4K. Mentre questa funzione è decisamente eccitante, è un po ‘difficile vederla in azione perché non ci sono molti servizi in grado di soddisfare questa risoluzione. Inoltre, probabilmente devi avere una CPU molto più potente. Un’altra cosa notevole del Brio di Logitech è il suo ampio campo visivo di 90 gradi, che rende facile adattarsi a una persona o due in più nel telaio. Mentre sia il razer kiyo che il logitech brio sono altamente capaci nel reparto qualità dell’immagine, il Quest’ultimo supera sicuramente il primo quando si tratta di qualità audio. Dotato di doppi microfoni omnidirezionali, il Brio Logitech è in grado di catturare la voce forte e chiaro. I microfoni di Razer Kiyo sono un po ‘poco brillanti, quindi potresti dover chiedere l’aiuto delle cuffie.

Software

Progettato per essere un dispositivo plug-and-play, Razer Kiyo non viene fornito con alcun software. Secondo il marchio, non devi apportare modifiche ad esso e puoi semplicemente iniziare a usarlo fuori dalla scatola. Se è necessario regolare la luminosità della luce ad anello, non è necessario armeggiare con le impostazioni del software perché c’è una cornice rotante proprio sulla webcam. Anche se questo è molto conveniente, sarebbe stato comunque bello avere accesso a un software che ti dà un maggiore controllo sul dispositivo. Ad esempio, puoi controllare l’equilibrio bianco, la luminosità e la saturazione del colore, nonché eseguire azioni come lo zoom e il panning. Se stai cercando di nascondere il disordine in background e l’obiettivo largo non ti sta facendo alcun favore, puoi anche cambiare il campo visivo della fotocamera da 90 a 78 o 65 gradi. Il software ti offre anche la possibilità di offuscare lo sfondo o modificarlo del tutto, anche se è necessario installare un driver separato per godere di questa funzione.

Verdetto

Il Razer Kiyo è una webcam unica nel suo genere, grazie alla sua luce ad anello integrata. Se vuoi avere un bell’aspetto in tutte le tue riunioni online ma non vuoi investire in una fonte di luce separata, il Razer Kiyo è l’opzione senza gioco da ragazzi. Per l’avvio, è in grado di catturare foto dinamiche e il suo prezzo non è troppo pesante sul portafoglio. Gli unici svantaggi sono la sua qualità audio Ho-hum e la mancanza di un software. Come per il Brio di Logitech, spunta tutte le caselle. Le sue specifiche sono sorprendenti, che vantano la tecnologia Reallight 3 con HDR, la risoluzione video 4K, il campo visivo di 90 gradi e i doppi microfoni omnidirezionali. Inoltre, il suo software ti dà un sacco di controllo su di esso. Detto questo, devi essere disposto a sborsare una grande somma di denaro se vuoi goderti queste funzionalità.

FAQ

📌 Il Razer Kiyo è buono?

dotato di una fotocamera da 4 megapixel da 2688 x 1520, puoi fidarti del Razer Kiyo per produrre immagini nitide e vibranti. Inoltre, ha una luce ad anello da 5600k incorporata che potrebbe tornare utile in situazioni di scarsa illuminazione.

📌 Logitech Brio ha un microfono?

dotato di doppi microfoni omnidirezionali, il brio di Logitech è in grado di catturare la voce forte e chiaro.

📌 Vale la pena Logitech Brio?

Non si può negare che Logitech Brio sia una webcam straordinaria con specifiche impressionanti. Ha la tecnologia Reallight 3 con HDR, la risoluzione video 4K, il campo visivo di 90 gradi e i doppi microfoni omnidirezionali, che spiegano tutti il ​​suo prezzo elevato.

📌 Quale è meglio, il razer kiyo o il logitech brio?

Dipende. Se vuoi un’opzione più economica, il Razer Kiyo è per te. Ma se vuoi specifiche più impressionanti e sei disposto a sborsare di più, scegli il logitech Brio.